In Green

“Tesoro, esci pure con le amiche. Io domenica vado allo stadio a vedere cosa fanno le conifere.”

Provate ad immaginarvi di andare allo stadio armati di sciarpe e trombette e di imbattervi in centinaia di alberi. Un bel bosco, sano e rigoglioso, che cresce in silenzio proprio sul terreno di gioco. Niente giocatori, niente palla, niente arbitro. Solo tronchi, rami e chiome foltissime.

È quello che vi capiterebbe in questi giorni se vi trovaste nei pressi di Klagenfurt, in Carinzia.

Già. Per due mesi, dalle tribune del wörthersee stadion, gli spettatori austriaci potranno ammirare liberamente lo spettacolo straordinario della natura. Un bosco di 300 alberi ad alto fusto che dà l’impressione di essere in una foresta nativa dell’Europa centrale.
Una foresta viva che muterà colore al cambio della stagione, si muoverà al vento, attirerà insetti e fauna selvatica.

Non si tratta di bizzarrie calcistiche, né di una misteriosa trovata politica, ma di arte.

L’opera: For Forest. Il fascino indomito della natura, è stata realizzata dall’artista svizzero Klaus Littman, con l’obiettivo di sensibilizzare un vasto pubblico sui temi dell’ecologia, dell’arte e dell’artificialità.

Littman, ispirato quasi trent’anni fa dall’opera grafica Die ungebrochene Anziehungskraft (Il fascino indomito della natura), un disegno a matita dell’artista e architetto austriaco Max Peintner che volle rappresentare gli incubi dell’umanità, è riuscito finalmente ad allestire la più grande installazione d’arte pubblica d’Austria.

“Ciò che più mi importa di quest’opera è la percezione che ognuno di noi potrà avere di fronte a qualcosa di provocatorio come un bosco al centro di uno stadio”, dichiara l’artista svizzero.

Dopo il periodo di installazione, il bosco verrà ripiantato non lontano da dove è nato.

La visione ha una forza espressiva potente e surreale. Il progetto artistico va inteso anche come monito: a prestare attenzione e a non dare per scontati il patrimonio ambientale e le meraviglie di cui siamo circondati.

Gli spettacoli della natura che oggi ci sembrano normali”, afferma Littman, “un giorno forse si potranno osservare solo in spazi appositi ad essi riservati, come già succede con gli animali nei giardini zoologici”.

 

 

         

Post recenti
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.